Log in

Ageno: l'avvocato in verticale

Rivergaro, Val Trebbiola... una piccola valle dorata, di sol inondata, sita ed incompresa conca, ai fianchi solcata, dal torrente Trebbia e dal torrente Nure. Le rispettive valli, profonde, dai profili mai troppo aspri, possiedono una dolce e delicata progressione montuosa.

Annata 2001: Odissea nella Puglia che non ti aspetti

Mentre la vecchiaia ci spaventa, la longevità ci affascina. Non proviamo forse ammirazione per quelle persone che varcano la soglia dei 90 e persino dei 100 anni mantenendo invidiabili integrità mentale, creatività, salute fisica e capacità di vita autonoma?

Rosso Amaro - Amore vissuto

Poi dicono la rete. Poi si cerca sempre qualcuno a cui dar la colpa e, se questo qualcuno è una tecnologia, siamo tutti più felici. Si sa che gli umani, in quanto ad assumere responsabilità e a riconoscersi causa o concausa di eventi si è assai parchi. A meno che gli eventi non siano faustissimi e, soprattutto, forieri di nutrimento per la vanità.

Cos'è il Sabbie di Sopra il Bosco?

Tra le colline del Casertano, nelle terre del Volturno sul versante che guarda il Monte Taburno, si produce uno dei grandi vini italiani: il Sabbie di Sopra il Bosco di Nanni Copè, un vino che racchiude "una vita, tante vite", come riportato sul fronte dell'etichetta.

Vite Matta: l'azienda che mira all'emancipazione lavorativa in Campania

La fine dell’anno, si sa, è tempo di bollicine e in Campania è l’Asprinio a ritornare prepotentemente sulla tavola dei campani e non solo. Accanto ad aziende ormai affermate e protagoniste del mercato mondiale, troviamo anche piccole realtà, alcune delle quali sviluppatesi grazie al riutilizzo dei beni confiscati alle mafie.

Ristorante “Agli Amici” - Udine: nulla da invidiare ai più celebrati tristellati

Il 2009 è stato l’anno della svolta. Un radicale intervento di restyling (dal quale è nata, per gemmazione, l’attigua osteria, ideale per gustare i piatti della tradizione friulana, oppure solo per un aperitivo “comecristocomanda”) ha trasformato quello che era un ottimo ristorante di provincia in uno dei luoghi più accoglienti e più raccomandabili dell’intero Stivale, che nulla ha da invidiare ai più celebrati tristellati.
Sottoscrivi questo feed RSS