Log in

Vinoway intervista Daniela Scrobogna: "Chi beve il vino e lo pensa solo come alcool, non fa parte del nostro mondo..."

Daniela Scrobogna, relatrice Bibenda. Daniela Scrobogna, relatrice Bibenda.
Daniela Scrobogna, relatrice Bibenda, intervistata dalla Vinoway Web TV.
"..proviamo a trasmettere la voglia di conoscere, di approfondire, di condividere.."

Ancora un servizio realizzato nel corso della 31° Giornata del Sommelier.

Con questa intervista, rilasciata alla Vinoway Web TV,  Vinoway dà risalto e condivide le parole di Daniela Scrobogna, professionista impegnata nell’educazione di chi vive il mondo del vino.

Una realtà, che è alla continua ricerca della qualità, non solo del vino in quanto tale ma di tutto ciò che ad esso può essere ricondotto. Dalla produzione fino all’abbinamento con il cibo.

Vino è sinonimo di passione e merita di essere valorizzato.

Daniela Scrobogna dopo la laurea ed i primi passi nel mondo del lavoro in qualità di architetto, ha conosciuto il mondo del vino e ne è rimasta folgorata. 
Sommelier dal 1985 è impegnata nella diffusione della cultura del vino e del buon bere
Docente e commissario d'esame ai Corsi Professionali dell’Associazione Italiana Sommelier, redattrice per alcune riviste, ha collaborato nel mondo televisivo con le trasmissioni “Mi Manda Lubrano”, “Eat Parade”, “Uno Mattina”,  con la Rubrica “Gusto” del TG5, Decanter Radio2.

Alle domande  del nostro Editor Davide Gangi, dopo la consegna dei diplomi ai nuovi Sommelier Professionisti, che poi saluta elargendo utili consigli, risponde: 

"E' una soddisfazione diplomare nuovi sommelier, soprattutto quando questi non lavorano nel mondo del vino ma sono consumatori, appassionati, ai quali noi proviamo a trasmettere la voglia di conoscere e di approfondire".

"Un neo sommelier non deve sbandierare il proprio diploma perchè questo rappresenta solo l'inizio di un percorso fatto di degustazioni ed anche conoscenza dei produttori".

Invita, poi, i giovani appassionati ad essere curiosi ed all’aver voglia di condividere le proprie “scoperte " come un bimbo che muove i primi passi, per poi correre e diventare grande.

Conclude dicendo: “Condividi questa passione, soprattutto con chi ce l'ha. Chi beve il vino e lo pensa solo come alcool, non fa parte del nostro mondo..."

Video

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.