Log in

Arcobaleno in barattolo

Arancione, giallo, viola…un cesto di frutta estiva è un’esplosione di colori.
Si passa dai toni pastello dell’albicocca all’intenso blu notte del mirtillo: un arcobaleno che mette di buon umore.

La frutta però non viene raccolta per essere guardata, va mangiata!

Più porzioni di frutta e verdura al giorno apportano vitamine e sali minerali, ma non solo: alcune delle sostanze che danno colore sono molto importanti per l’organismo.
Per esempio le antocianine, responsabili dei colori che vanno dal rosso al viola, svolgono un’azione protettiva per i vasi sanguigni mentre i carotenoidi, presenti nella frutta gialla e rossa, combattono i famigerati radicali liberi.

Ciliegie, pesche, lamponi, uva…basta scegliere, ce n’è per tutti i gusti.

E se volessimo  ritrovare profumi e sapori estivi per tutto l’anno? Potremmo rispolverare qualche ricetta della nonna e preparare delle buonissime confetture.

Armiamoci di zucchero e barattoli allora, scegliamo con cura la frutta che più ci piace e, dopo aver letto le linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità su come preparare le conserve casalinghe senza rischi, potremo conservare la nostra fetta di arcobaleno.

Per ottenere delle interessanti varianti si possono aggiungere spezie o sostituire  lo zucchero bianco con quello di canna.

Preparare le confetture richiede impegno e attenzione ma dà grande soddisfazione: una volta pronte potremmo usarle a colazione, come ingrediente per i dolci fatti in casa oppure, alla ricerca della migliore combinazione tra sapori, provarle in abbinamento con vino e formaggi.

D’ora in poi trascorrere l’inverno sarà più dolce: basteranno dei biscotti al burro spalmati con la nostra confettura e una corroborante tazza di tè; il malinconico ricordo dell’estate passata cederà il posto alla piacevole attesa della prossima in arrivo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.