Log in

Come comportarsi con Buon Gusto al Ristorante e non solo...

Come comportarci con Buon Gusto al Ristorante e non solo... Come comportarci con Buon Gusto al Ristorante e non solo...
Ci sono molte parole, usate per ben definire un unico concetto – le buone maniere: bon ton, galateo, buona educazione, etichetta, buon costume, buon gusto e così via. La mamma, quando eravamo piccoli, faceva tantissime raccomandazioni su come saremmo dovuti essere educati e comportarci con le buone maniere che lei, giornalmente, con amore e diligenza, ci aveva illustrati.

Oggi, fra la fretta e furia delle nostre giornate, fra le preoccupazioni e lo stress, fra scegliere di apparire o di essere, fra i modelli della nostra società attuale e i nostri idoli di altri tempi, in qualche modo, forse ci siamo convinti che la nostra libertà in un’era moderna, ci permetta di lasciarci andare e fare ciò che vogliamo come vogliamo. Forse crediamo che tutto giri intorno a noi individualmente. Forse siamo convinti che sia bello essere “ informali “ , uscire fuori degli schemi, ossia, essere maleducati e scortesi.

Comportarci con il galateo, in nessun modo, ci rende meno liberi o meno chic! Anzi, Il buon gusto è di moda!


La buona educazione non sta nel non versare la salsa sulla tovaglia, ma nel non mostrare di accorgersi se un altro lo fa.

----Anton Cechov, Quaderni, 1891/1904




Questa serie di articoli, sarà divisa in base ai diversi momenti: (1) L’arrivo al ristorante, l’arrivo al tavolo e l’ordinazione (2) lo stare a tavola e la consumazione del pasto.

Le indicazioni sul galateo sono quelle giuste da rispettare nello stesso modo in un ristorante elegante, in un’osteria, in un pub o una birreria, in un locale fast food, ad un chiosco di street food, in un bar, a casa propria o a casa degli amici.

Prego!


• Un uomo, in compagnia di una donna, arrivati a qualunque porta d’ingresso, in particolare quella del ristorante, dovrebbe entrare primo. E’ anticamente, l’obbligo, dell’uomo, accertare che il luogo sia “sicuro” per la donna. Entrati, lui camminerà di fronte a lei per “far strada”. Al momento di uscire dal ristorante, lui cederà il passo a lei invece.

• Lui sceglierà il tavolo adeguato, se non sia stato già scelto previa prenotazione.

• Se la donna dovesse indossare un cappotto, l’uomo la aiuterà a toglierla. Se il ristorante ha un maître, una hostess o un host, sarà un servizio della loro responsabilità e l’uomo educatamente si metterà da parte.

• Non è una regola che la donna debba togliere il suo cappello, mentre al contrario, l’uomo non appena entri nel luogo coperto, in caso specie, il ristorante, dovrà assolutamente togliere il suo. Non sarà appoggiato sul tavolo né sulla sedia, bensì sarà consegnato al personale di servizio del ristorante o al guardaroba o appeso sull’appendiabiti.

• Al momento in qui la donna sarà arrivata alla sua sedia, l’uomo la tirerà lontano dal tavolo dando spazio a lei per sedersi. Quando lei si abbassa il corpo per trovare la sedia, lui, la posizionerà sotto di lei, aiutandola ad avvicinarsi. In molti ristoranti, il maître accoglierà la cliente in questo modo e l’uomo lascerà che ciò accada.

• L’uomo si siederà a tavola guardando l’uscita del ristorante.

• Al momento di scegliere cosa ordinare, la donna si esprimerà prima. L’uomo trasferirà l’ordinazione di entrambi loro due al cameriere, senza che la donna debba rivolgersi al cameriere.

• Se lei dovesse scegliere tanto o poco da mangiare, è una cortesia da parte dell’uomo, fare nello stesso modo per evitare creare dell’imbarazzo da parte sua.

• La carta dei vini è la responsabilità dell’uomo. E’ lui a tenerla in mano, mentre dovrebbe sempre chiedere prima a lei quale vino o quale tipo di caratteristiche preferirebbe, dopodiché, lui comunicherà la sua scelta per l’approvazione della donna, prima di ordinare. E’ un corretto comportamento comunque, da parte dell’uomo, lasciare prevalere l’indicazione e la sua preferenza.

• E’ compito dell’uomo, riempire il bicchiere sia dell’acqua sia del vino, per la donna o le donne sedute più vicine a lui. La mano della donna non dovrebbe mai toccare la bottiglia. Uomini, se volete guadagnare dei “punti” e affascinare una donna sola a tavola in un ristorante o altro luogo, dovresti alzarti e chiederle se puoi avere l’onore di versare il suo vino e l’acqua per lei, laddove il servizio non sia previsto dallo staff. Lei si scioglierà e rimarrà impressa, (anche se dovesse dirti di no!)

• Non parlare ad alta voce a tavola.

• Sii rispettoso con lo staff del ristorante.

• Usare una corretta postura stando seduto dritto ed eretto a tavola.

• Quando una donna si alza per uscire per fumare una sigaretta, è buona educazione non lasciare che vada da sola. Con riservatezza, uno dei commensali maschio o femmina che sia, dovrà chiedere se può accompagnarla. Il gesto da parte di un uomo sarà più chiaro, se lui dovesse dire, “non sarebbe gentile da parte mia, lasciare che stesse fuori da sola”. La sua risposta sarà indicativa di quanto lei sarà a suo agio con la cortese proposta.

Piccoli suggerimenti per essere più cortesi e “vincenti”…

Ultima modifica ilDomenica, 16 Febbraio 2014 15:24

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.