Log in

CHAMPAGNE PER TUTTI!

CHAMPAGNE PER TUTTI! CHAMPAGNE PER TUTTI!

Un bicchiere di bollicine va giù sempre bene e il frizzante fa gioire e rende felici! Lo champagne è una scelta classica, ma un vino frizzante non è da sottovalutare.  Champagne, difatti, è champagne semplicemente perché prodotto nella regione specifico nella Francia.


Le migliori marche di champagne non costano poco, ma ci sono anche dei prodotti di piccole aziende da prendere in considerazione perché hanno dei prezzi più bassi.

Lo stile del vino nella bottiglia determinerà quanto dovrai pagare.   Ci sono: Non-vintage Champagne (NV), Vintage Champagne, Rosé Champagne, Demi Sec Champagne e Blanc de Blanc.

Vediamo insieme le possibilità  fra le quale scegliere una bottiglia di bollicine.

* Se dovesse rovesciare una goccia sulla tovaglia, porterà del bene, a secondo le superstizioni ed è un utile gesto, bagnarsi dentro il dito e toccarsi dietro le orecchie per divenire ricchi! Auguri!


Cin Cin! Un Brindisi a tutti!

Puoi fare dei frizzanti brindisi durante le prossime feste, senza spendere molto, o spendendo molto.  Illustrerò che puoi trovare delle ottime etichette di bollicine a prezzi per tutte le tasche. Vuoi spendere una fortuna o spendere quanto una confezione di birre?

Molti ti diranno che un buon champagne poco costoso è difficile trovare! Io osa tentare! Un flûte di champagne ogni giorno, sarebbe piacevole senz’altro, mentre un flûte di champagne durante un’occasione speciale – è speciale!  Nella vita di tutti noi, ci sono quei momenti da evidenziare, festeggiare e scrivere nella memoria. Un compleanno, un anniversario, un matrimonio, un divorzio, una vincita, una nascita, una promozione, una buona notizia, una liberazione, una pensione, un’assunzione, una buona uscita, una premiazione – tanti sono le motivazioni per festeggiare! Festeggiamogli noi tutti. Non dimentichiamo di accogliere le occasioni per brindare durante le feste di Natale, la Pasqua e a San Valentino! Un bicchiere di champagne aiuta a sigillare un meraviglioso ricordo nella memoria!

La cosiddetta bollicina dovrebbe segnare i momenti speciali di tutti noi, perché no?  Spesse volte le bottiglie di bollicine o dello champagne possono avere dei prezzi non alla portata di tutte le tasche.  E’ come se le candeline per le torte fossero costose e così non tutti potrebbero metterle sulla loro torta di compleanno. Quest’anno, a Natale, brinderemo tutti! Cin Cin !

Ricordate che:

Una bottiglia di champagne basterà per 5/6 bicchieri.

Lo champagne deve essere conservato in una zona fresca e al buio.

Non deve essere servita troppo ghiacciato perché le fragranze pregiate, non sarebbero rilasciati. 8° per lo champagne giovane e 10° per lo champagne maturo o vintage.

Aprire la bottiglia con attenzione. Tenere la bottiglia con fermezza e simultaneamente girarla in una direzione, girando il tappo nella direzione opposta.

Cerca di creare il suono di una soffiata d’aria quando stappi e non una botta d’esplosione.

Infine, per apprezzare appieno il vino, versarlo sempre nel bicchiere adatto alle sue caratteristiche.

Il costo dello champagne, spumante e vini frizzanti varia ampiamente.  Fortunatamente ci sono delle buone scelte in tutte le categorie di prezzi.  Elenco alcuni suggerimenti:

La categoria più alta dello spettro contiene i vintage Champagne, usualmente, il migliore del produttore e possono costare dai 75 ai 300 euro.  Alcuni ottimi sono: 1996 Bollinger Grand Anne Brut Champagne, 1996 Dom Perignon, 1995 Veuve Clicquot Grand Dame, 1988 Krug Vintage Brut.

Molti aziende producono anche dello champagne non vintage.  Sono dei vini di alcuni anni che siano blend, e che creano un consistente stile della casa.  Sono raffinati e squisiti. I prezzi variano dai 30 ai 150 euro. Eccellenti sono Laurent-Perrier, Veuve Clicquot Brut Etichette Giallo, Pol Roger, Piper-Heidsieck, Bollinger e Gosset, Phillipponnat, Charles-Heidsieck e Jacques Selosse.

Buoni vini frizzanti, dimostrano meno perlage dello champagne, ma sono eleganti e freschi.  Diverse combinazioni di uva, gli rendono profumati, fruttati o minerali.

Il metodo classico ci presenta dei nomi come Bellavista, Contadi Castaldi per la Franciacorta e Ferrari per la Trento Classico.  Puoi spendere 50 euro e giù per queste bottiglie.

Qui in Italia, due tipi di vini frizzanti sono prevalenti.  Il primo, il prosecco e crisp e secco con un carattere floreale e agrumato.  Quasi un terzo dei vini prosecco sono chiamati frizzanti e donano un perlage più leggero degli altri, che sono chiamati spumanti.  Il secondo tipo sono asti spumante, che tradizionalmente è più dolciastro e sciropposo.  E’ anche vero che delle nuove versioni sono florali, fruttati e freschi, come i prodotti di Martini e Fontanafredda.  E’ facile trovare varie etichette di questi vini fra i 6 ai 12 euro.

Sono del parere che anche un bicchiere di un vino non della qualità migliore non faccia dei grossi danni, quindi - il bicchiere per brindare e sorseggiare, non si toglie da nessuno!  Ovviamente in questo periodo si parla molto dei migliori champagne, si fanno dei master-class sullo champagne e si vedono delle pubblicità dei festeggiamenti con lo champagne che faccia sognare.  Tutto ciò ben venga!  Alla fine però, prendi la bottiglia che puoi, stapparla con i cari - e soprattutto – brindate!

Scelta la bottiglia di bollicine da godere, dovrai scegliere il bicchiere giusto, essenziale per il totale apprezzamento delle bollicine stesse e una buona percezione di tutto ciò che ci sia da godere nel bicchiere.

Ci sono vari bicchieri che possono essere usati a secondo del tipo di vino da consumare.  Si conoscono erroneamente solo due bicchieri per lo champagne: la flûte e la coppa Asti.  La flûte è adatta allo champagne giovane e senza millesimo.  Sono, infatti, quelli con un profumo più delicato e più fino. Il flûte permette che si formi una “colonna” ascendente di aromi meglio percepiti dal naso, nel bicchiere alto e sottile, quale il flûte.

Lo champagne nel calice da vino è il bicchiere classico, quello tulipano con la pancia larga e un’apertura con la bocca leggermente più piccolo della pancia.  I profumi si sviluppano nella pancia, dove concentrati, salgono senza svanire. Questo tipo di bicchiere è il migliore per gli Champagne pregiati e i millesimati.  La pancia struttura le bollicine uniformemente e porta il profumo al naso.  In questo caso, si riempie il bicchiere a metà e mai di più.

La coppa Asti, invece, è quel bicchiere molto largo e poco profonda, molto di moda negli anni ’80 con i vini dolci e meno usato oggi.  La sua forma lascia che i profumi siano dispersi subito.  Gli champagne dolci e gli spumanti hanno bisogno di tale concezione di forma di bicchiere.  Hanno bisogno di una forte areazione per rilasciare i loro aromi.

Oggi che lo champagne sia prevalentemente secco, è preferito, la flûte.  Vi ricordo dell’importanza di tenere il bicchiere dallo stelo mentre sorseggi, per non far riscaldare la temperatura ideale del suo prezioso contenuto, dal calore delle proprie mani.

Dopo aver brindato con tutti, trova un momento per te e una/o dei tuoi cari e mettervi da parte, in uno spazio “speciale e rilevante”, dove poter godere un momento d’intimo relax e condivisione – un momento speciale a tu per tu.  Si può sorseggiare un bicchiere di champagne e ascoltare della bella musica.

Suggerisco il nuovo lavoro di Stefano Bollani per esempio.  Il disco è – O que sera’, registrato dal vivo, è una corrispondenza di musica carioca brasiliana con l’affinità jazzista tipica di Bollani.  Tanta musica e bellissimi suoni splendidamente testimoniati come se fosse della poesia.  Incantevole è la musica di Joby Talbot Nel Paese di Alice (Alice’s Adventures in Wonderland). Perfetto per il momento potrebbe anche essere l’ascolto dei melodrammatici e celebri Arie Verdiane da Anna Netrebko Verdi. Volendo ascoltare qualcosa di travolgente, suggerisco Shostakovich sul violoncello di Betrand.  Meraviglioso!

Live, Love, Laugh ! Vivere Amare, Ridere! C’è sempre qualcosa di bello da festeggiare!  Arriva il Natale (per esempio)! Buone Feste!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Ultima modifica ilLunedì, 30 Dicembre 2013 07:45

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.