Log in

Le "Stelle", corpi celesti che brillano di luce propria

I Cento di Bari e Puglia. photo by www.scattidigusto.it I Cento di Bari e Puglia. photo by www.scattidigusto.it
I Cento di Bari e Puglia nella sera di Venerdì 29 novembre presso la Sala Zonno sul lungomare di Bari, è stato sia il nome sia il tema di una serata di riconoscimento, premiazione, presentazione e convivialità.


Presenti erano giornalisti, blogger, esperti dell’ enogastronomia, operatori della ristorazione, food fotografi ed altri, aggregati per partecipare all’uscita della guida e fare  “ l’applauso” agli chef neo -stellati dalla guida Michelin.  

Principalmente gli addetti del settore, hanno riconosciuto la positività dell’occasione per lavorare insieme, contemporaneamente, o quantomeno nello stesso spazio.  Incontrare numerosi professionisti impegnati negli stessi percorsi, si è rivelato un grosso vantaggio per fare delle conoscenze, per fare del networking, per fare del brainstorming e per fare della condivisione.  

L’ambiente caldo, accogliente, chic & elegante ha facilitato la distensione  dei nervi, dello spirito di competenza, dell’invidia, dell’altezzosità, dell’arroganza e dell’imbarazzo.  Tutti sono stati bene di conseguenza , e la serata si è sviluppata piacevolmente.

Il punto più alto della serata è stata la cena, in quanto un unico e raro percorso culinario, con un menù composto di  6 portate realizzate dagli chef recentemente stellati dalla Guida Michelin. Gli chef in cucina, quindi, lavorava la Lady Chef – Maria Cicorella , Michele Rotondo , Angelo Sabatelli e Nicola Savino.

La cena è stata una cornucopia di eccellente materia prima Pugliese .  Ciascuno chef  ha dimostrato la sua notevole capacità nella realizzazione di piatti semplici nell’abbinamento dei sapori e gli ingredienti.  Le tecniche usate sono state diverse, fra: la cottura a bassa temperatura, le tecniche della pasticceria, le tecniche della panificazione, le tecniche della  cioccolateria e le tecniche dell’enologia.  Direi che meno attenzione è stata focalizzata sull’aspetto estetico dei piatti. 

Il centrotavola, invece, era bellissimo e stimolava con uno “chic eleganza”, il senso visivo. Era fatto di una candela bianca, delle bacche rosse, un melograno e piccole foglie verdi – una straordinaria semplicità ed eleganza, che riusciva a creare il benessere visivo a tavola.  La mia opinione è che non tutti gli abbinamenti dei vini siano stati corretti. Avrei gradito che gli aperitivi fossero meno rustici e più eleganti, più in sintonia con la cena.  Non ho assaggiato nemmeno uno perché non mi invitavano.

Le “ STELLE”, sono dei corpi celesti che brillano di luce propria. Mi domanda quanta energia sia necessaria per rimanere nel cielo?  Le aspettative di una stella sono tante ed alti! Vogliamo l’illuminazione e l’energia costantemente ! 

Le “STELLE” in tutti gli ambiti: Televisione, Cinema, Teatro, Canto, Musica, Arte,  Imprenditorialità, Danza ed  Artigianalità , vivono il loro stato di “stella” con grandissime aspettative.  Noi pretendiamo da ciascuna “stella” il massimo, oltre il massimo.

Noi tutti, appassionati da ciò che facciamo, auguriamo  alle nostre “STELLE”, grande successo ed ogni bene.  Dichiariamo di sostenervi e quando necessario, dare la nostra critica e le nostre valutazioni in bene o in male.  Siamo fieri di voi.  Io personalmente, durante la vostra cena, sentivo di appartenere a Voi – una bella sensazione.  Vi ringrazio.

Elenco le delizie in menù ed i vini in abbinamento:

L’APERITIVO di Nicola Savino
(ristorante Savì di Conversano)
Crostone di pane di patate, con pomodorini  datterini, stracciatella e prosciutto crudo
Rollatina di crepe con farina di canapa di carciofi di Mola su vellutata di patata
Rollatina di crepe con farina di Tritordeum al Capocollo di Martina Franca, caciocavallo e vincotto di mele murgiane
Rollatina di crepe con farina “Senatore Cappelli” ai funghi cardoncelli , mozzarella di bufala di Putignano, guanciale e pomodorini
Le birre Karibu e Jouissance del Piccolo Birrificio Independente Decimoprimo

L’ANTIPASTO di Angelo Sabatelli  
(ristorante Angelo Sabatelli di Monopoli)
Fondente di melanzana con battuto di maiale e zenzero, sponsali e foie gras
Spumante Brut Rosè D’Araprì delle Cantine D’Araprì

IL PRIMO PIATTO di Maria Cicorella
(ristorante Pashà di Conversano)
Minestra di zucca, polpettine di cinghiale, caldarroste e tartufo nero
Negroamaro Le Braci 2006 di Severino Garofano

IL SECONDO PIATTO di Michele Rotondo
(ristorante Masseria Petrino di Palagianello)
Guancia di vitello laccata al miele e peperoncino con broccoli e olive
Primitivo di Manduria 2010 Attanasio

IL DOLCE di Angelo Sabatelli
(ristorante Angelo Sabatelli di Monopoli)
Bon bon di cioccolato, lampascioni, liquore al carciofo
Passito di Aleatico e Malvasia Il Macàro di Valle Dell’Asso

Ultima modifica ilMartedì, 03 Dicembre 2013 13:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.