Log in

La Strada del vino Terre di Arezzo

La Strada del vino “Terre di Arezzo” La Strada del vino “Terre di Arezzo” La Strada del vino “Terre di Arezzo”
La provincia di Arezzo si apre nella parte più orientale della Toscana e unisce quattro splendide vallate che hanno il loro fulcro sulla città di Arezzo: Valdarno, Valdichiana, Valtiberina e Casentino.

Il Marchio

Marchio Strada del Vino Terre di ArezzoIl marchio della Strada del Vino Terre di Arezzo, realizzato da Sergio Bianco, testimonia il legame stretto e profondo con le radici culturali, la natura ed il paesaggio di questo territorio. L'idea di percorso è espressa dal simbolo della ruota, elemento di grande rilevanza nella storia della civiltà. Nel cuore della ruota campeggia la sagoma di un bicchiere la cui parte superiore ripetuta in rotazione ricorda lo scudo segno di unione e di difesa. La ripetizione circolare riporta alla fine alla mente il concetto della tavola come luogo sacro in cui unirsi e ritrovarsi.

La Strada del vino “Terre di Arezzo”

-200 km. attraverso la campagna toscana
-oltre 180 esercizi (cantine, ristoranti, agriturismo, ecc.)
-8 vini a Denominazione d'Origine (Chianti DOCG, Chianti Colli Aretini DOCG, Colli d'Etruria Centrale DOC, Valdichiana DOC, Cortona DOC, Pietraviva DOC, Vinsanto del Chianti DOC e Vinsanto del Chianti dei Colli Aretini DOC)

Un cammino che si snoda tra cantine e punti di ristoro, attraversando la campagna toscana tra olivi e dolci colline, ricchissimo di arte e di storia, dagli Etruschi           ai borghi medievali, dalle manifestazioni in costume d'epoca all'artigianato tradizionale.

La strada del vino Terre di Arezzo

La Strada del Vino Terre di Arezzo è un modo per consolidare la cultura della qualità dell’accoglienza e dell’ospitalità. E’ un’associazione senza fini di lucro, costituitasi nell’anno 2000 con le seguenti finalità: promuove e attua iniziative volte alla valorizzazione della Strada del Vino Terre di Arezzo; valorizza le peculiarità enologiche, gastronomiche, storiche ed ambientali presenti nell’ambito della Strada del Vino Terre di Arezzo; informa ed assiste gli associati; svolge direttamente ed indirettamente attività informativa e formativa volta alla valorizzazione delle peculiarità enologiche, gastronomiche, storiche ed ambientali presenti nell’ambito della Strada del Vino. La Strada del Vino Terre di Arezzo organizza e coordina         il lavoro di promozione dei singoli ed individua criteri standardizzati di qualità per tutti i soci.

I soci

L’Associazione conta ormai quasi 200 associati tra cui: aziende vitivinicole, singole o associate, aziende agrituristiche, aziende specializzate in produzioni tradizionali, enoteche, ristoranti, imprese turistico-ricettive, imprese artigiane, associazioni operanti nel campo culturale, la Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato, la Provincia di Arezzo e 19 tra i comuni che compongono la provincia: Arezzo, Bucine, Cavriglia, Capolona, Castelfranco di Sopra, Castiglion Fibocchi, Castiglion Fiorentino, Civitella in Val di Chiana, Cortona, Foiano della Chiana, Laterina, Loro Ciuffenna, Lucignano, Marciano della Chiana, Monte San Savino, Montevarchi, Pergine Valdarno, San Giovanni Valdarno, Subbiano, Terranuova Bracciolini.

Il patrimonio paesaggistico, storico e culturale

Al  paesaggio tipicamente toscano ricco di vigneti, oliveti, coltivazioni di tabacco, castagneti e boschi, si aggiungono le bellezze archeologiche ed artistiche che si incontrano lungo l’intero percorso. Perciò è vero che il profumo del vino farà da  guida, ma allo stesso tempo saranno piacevoli delle variazioni: ecco quindi il ruolo dei musei, dei programmi artistici o folcloristici, degli appuntamenti  con la natura, delle visite ad altri tipi di aziende.

La Strada del Vino Terre di Arezzo attraversa il Valdarno contraddistinto da un incredibile varietà di paesaggi: ai filari di viti su terrazzamenti con muri a secco, borghi e castelli, si contrappone un paesaggio lunare di buche ed escavazioni, lasciato in eredità dall’attività mineraria a cielo aperto. Il percorso prosegue poi nel cuore della Valdambra con antiche abbazie e borghi incastellati sulle colline di oliveti centenari.

La Strada del Vino si snoda poi lungo la Valdichiana teatro di splendidi panorami, ricca di bellezze artistiche. Un viaggio nel tempo dagli albori della civiltà, con il mondo dell’antico popolo degli Etruschi, ai capolavori pittorici del Rinascimento, tra le estensioni di vigneti ed oliveti  e tra le imponenti case leopoldine che rivelano la storia di questa valle bonificata dal Granduca Leopoldo.
Si raggiunge in questo modo Arezzo: città medioevale, attorniata da colline di vigneti ed oliveti, sorge al centro di quattro vallate ricche di storia, cultura oltre a prodotti agro-alimentari di altissima qualità. Da menzionare la famosa Giostra del Saracino che si disputa a giugno e a settembre nella bellissima Piazza Grande e la importante Fiera dell’Antiquariato che si svolge nelle strade del centro storico ogni mese, ed i numerosi monumenti artistici, dove spiccano le opere di Piero della Francesca, Giorgio Vasari e Andrea della Robbia, solo per segnalarne alcuni.

Da Arezzo verso il Casentino, risalendo l’Arno, la valle, sinuosa all’inizio, si allarga poi in un perfetto anfiteatro appena mosso da dolci colline, fino ad arrivare nelle secolari foreste che coprono le montagne a  nord della valle, dove si trova il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Ripartendo da Arezzo si prosegue verso la Strada Provinciale Setteponti , che si snoda ai piedi del Pratomagno. I bei vigneti su terrazzamenti sono un esempio di perfetta armonia fra l’uomo e la natura. Lungo il percorso si incontrano incantevoli pievi romaniche e borghi medioevali.

Percorrendo questo itinerario si avrà l’occasione di conoscere non solo i vini aretini ma anche la gastronomia, la gente, l’ospitalità, le tradizioni, la natura, l’arte dalle quali emerge con evidenza l’alta qualità della vita nelle TERRE DI AREZZO.

I Vini

Le terre di Arezzo producono da sempre ottimi vini, le otto denominazioni di origine controllate ne sono una testimonianza, i rossi da sempre sono i vini più conosciuti ed apprezzati, ma anche i vini bianchi danno grande espressione grazie alle terre, al sole ed alla passione di chi da generazioni ne cura la coltivazione e la produzione.
I vini delle Terre di Arezzo sono:
-il Chianti Colli Aretini DOCG (DOC nel 1967, DOCG nel 1984),
-il Vinsanto del Chianti dei Colli Aretini Occhio di Pernice DOC
-Valdichiana DOC (in origine Bianco Vergine della Valdichiana DOC nel 1970, modificato in Valdichiana e comprendente una gamma di vini rossi e bianchi      nel 1999).
-Cortona DOC (DOC nel 1999 per una gamma di varietà di vini e Vin Santo)
-Pietraviva DOC (nuova DOC nata all'inizio del 2005 per una gamma di varietà di vini e vitigni sia autoctoni che alloctoni).
-il Chianti DOCG
-il Colli dell'Etruria Centrale
-il Vinsanto del Chianti
Il recente aumento di prestigio delle colline aretine è forse da addurre più a vini rossi non ancora classificati che a quelli DOC, nonostante la qualità sia decisamente migliorata in tutte le categorie.

Altri vini

Numerosi produttori della provincia di Arezzo producono dei vini alternativi, alcuni sotto la “IGT Toscana o Colli della Toscana Centrale”. Al vertice della lista c’è il rosso “Super Tuscans” che si ottiene dal Sangiovese autoctono o da alcune prestigiose varietà straniere come il Cabernet Sauvignon, il Merlot, il Pinot Nero e il Syrah, sia da soli che in combinazione. Le cantine della zona possono anche produrre vini sotto la denominazione “Colli dell’Etruria Centrale DOC” (Bianco, Rosato, Rosso o Vermiglio e Vin Santo).

Il Club “Amici della Strada del Vino”

Il “Club Amici della Strada del Vino” nasce per tutte quelle persone che condividono,  sono  attratte  o vogliono  comprendere meglio  lo spirito sotteso   alla  Strada del Vino “Terre di Arezzo”. La segreteria della Strada del Vino  organizza per i suoi “Amici”: degustazioni, tour alla scoperta delle cantine, meeting enogastro-nomici e offre anche la possibilità di prendere parte alle proprie rassegne e alle maggiori manifestazioni nazionali del vino.

Ultima modifica ilMartedì, 30 Novembre 2010 18:51

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.