Log in

Premio Terre del Negroamaro: "Auspichiamo uno svolgimento sereno della manifestazione"

Ci giunge tramite Gianvito Rizzo, amministratore delegato dell’azienda salentina Feudi di Guagnano, nonché Vice Presidente del Movimento Turismo del Vino Puglia, la richiesta di divulgare il seguente comunicato stampa dopo il vespaio di polemiche suscitato dalla decisione di assegnare il Premio  “Terre del Negroamaro” al sindaco di Verona, il leghista Flavio Tosi di cui avevamo già parlato nei giorni scorsi in un  nostro articolo.

Questo premio viene annualmente assegnato dal Comune di Guagnano su indicazione del Sindaco, degli assessori,  del presidente ATP, del delegato provinciale AIS, da cinque personalità della cultura e dal rettore dell’Università di Lecce.

Hanno palesemente manifestato il loro dissenso il Senatore della Repubblica Dario Stefàno, l’azienda vitivinicola Feudi di Guagnano e l’ospite cantante Paola Turci, dichiarando  di non voler partecipare alla manifestazione.

Il comunicato stampa invita ad un sereno svolgimento della manifestazione affinchè non si trascenda in spiacevoli movimenti di protesta, rispettando i valori dell’accoglienza e della ospitalità.

Comunicato stampa

I consiglieri di minoranza del Comune di Guagnano, che sono stati i primi ad opporsi  all'assegnazione del Premio “Terre del Negroamaro" al sindaco Flavio Tosi, auspicano uno svolgimento della manifestazione nel rispetto dei valori dell'accoglienza e dell'ospitalità dissociandosi, sin da ora, da qualsiasi azione di protesta non in linea con gli strumenti democraticamente consentiti e che potesse minare il  buon esito della manifestazione. Il risultato che dovevamo ottenere, aprire un dibattito e sollecitare un moto di indignazione - dichiarano- è stato raggiunto.

Mancano poche ore allo svolgimento della sesta edizione del "Premio Terre del Negroamaro" che quest'anno, per la prima volta, è stato al centro di un dibattito  acceso e partecipato che ha coinvolto non solo l'intera cittadinanza ma diversi esponenti del mondo politico, economico e culturale della nostra regione e non solo.

Il nostro compito istituzionale, derivante dal mandato ricevuto da più del 60% degli elettori di Guagnano, era di sollecitare la discussione e la riflessione circa le modalità e le motivazioni che hanno portato ad assegnare un riconoscimento come il "Premio Terre del Negroamaro" a un esponente politico che, per quello che ne sappiamo noi, non si è distinto nel recente passato e nemmeno ultimamente, in favore del Salento e del Negroamaro in particolare. A questo si aggiunga il fatto, ancor più grave, che la commissione incaricata di selezionare la/le candidature non è stata mai convocata.

L'attenzione dei media sulla questione è stata forte. Il dibattito che ne è seguito ha dato la possibilità a tutti quanti, di qualsiasi orientamento politico,  di capire le reali motivazioni che hanno spinto l'amministrazione comunale a conferire al sindaco Tosi tale riconoscimento.
Lo hanno capito benissimo anche i numerosi artisti e personalità invitate alla kermesse che hanno per questo ritirato la loro partecipazione.

Il risultato che dovevamo ottenere, aprire un dibattito e sollecitare un moto di indignazione, è stato raggiunto. Pertanto, ci dissociamo sin da ora da ogni eventuale manifestazione di protesta non conforme alle regole della democrazia che possa disturbare o compromettere il buon esito della manifestazione. Il dissenso è già stato ampiamente manifestato, il nostro pensiero e quello dei tanti che ci hanno dichiarato la loro solidarietà è entrata in tutte le case dei guagnanesi e di molti italiani.

Confermiamo il nostro attaccamento ai valori della nostra  terra e desideriamo che il "Premio" raggiunga sempre migliori risultati quest'anno e negli anni avvenire.
Ci auguriamo che i numerosi turisti che accorreranno a degustare i vini delle cantine guagnanesi e i piatti tipici dei nostri ristoranti trovino l' accoglienza e l'ospitalità di sempre.

I consiglieri comunali
Lista L’Altra Primavera
Gianvito Rizzo
Massimiliano Guerrieri
Lista Pino Rizzo Sindaco
Pino Rizzo
Ultima modifica ilVenerdì, 22 Agosto 2014 14:25

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.