Log in

TERREVIVE DA' LINFA AI GIOVANI: UN PROGETTO CHE PUNTA A SOSTENERE GLI AGRICOLTORI

La Puglia apre le porte dei propri terreni agricoli ai giovani under 40, questo è il progetto che prende il nome di: Terrevive, un decreto con cui il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, insieme con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, dà il via alla vendita e all’affitto di circa 5.500 ettari.

L’obiettivo di questa iniziativa è quello di conferire nuova vita ai terreni statali adatti alla coltivazione, evitando la desertificazione delle campagne e favorendo il lavoro tra i giovani imprenditori agricoli.

Il decreto riguarda: 2480 ettari di terreni appartenenti al Demanio dello Stato, 2148 ettari di terre in uso al Campo Forestale dello Stato e 882 ettari di terreni di proprietà del Centro per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (C.R.A). Una quota minima del 20% di questi terreni è riservata all’affitto, privilegiando, anche in questo caso, sempre gli under 40 con una durata della locazione non inferiore ai 15 anni.

L’operazione Terrevive inizia a dare i primi frutti, infatti, nei giorni scorsi, i tre terreni agricoli pugliesi sono stati venduti rispettivamente a 205 mila euro (lotto in provincia di Taranto con base d’asta 104.762,41); 135 mila euro per un compendio di 231.679 mq a Carovigno, in provincia di Brindisi (base 133.331,26) e sempre nel brindisino 666.204 mq a 335.510 euro (base 245.350.01).

Questo progetto coinvolge altre regioni d’Italia come: la Toscana e l’Emilia Romagna.

Tutti i soggetti interessati potranno inviare la propria offerta direttamente agli uffici delle direzioni regionali del Demanio competenti per ciascun lotto, entro le date  di scadenza presenti nei bandi, la prossima è Febbraio 2015.
La priorità è ovviamente quella di privilegiare i giovani imprenditori under 40.Qualche anno fa il fenomeno dell’abbandono delle campagne da parte delle nuove generazioni ha provocato una grande desertificazione di molte aree coltivabili.

Oggi, invece, si è tornati a investire nella “Madre Terra”, a credere nell’agricoltura, ormai sempre più tecnologizzata, e nei suoi frutti. Il trend positivo del ripopolamento delle terre agricole riguarda, in larga parte, una generazione formata da giovani laureati pronti a investire le proprie competenze nell’agricoltura.
Terrevive è uno dei tanti provvedimenti, che guarda al futuro, puntando sulle nuove generazioni.

Ultima modifica ilGiovedì, 23 Aprile 2015 21:11

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.