Log in

Devastata e rubati mezzi meccanici alla famosa azienda Felline

Un atto vile e criminale colpisce l’azienda agricola Felline di Manduria (Ta), storica realtà pugliese la quale, grazie al lavoro di qualità e alla costante attività che svolge a livello nazionale ed internazionale, ha contribuito a dare onore e lustro alla vitivinicoltura del territorio.
 
Il nostro direttore ha voluto chiamare il titolare Gregory Perrucci per dare la solidarietà di Vinoway e invitandolo a rendere pubblico tramite il magazine il vigliacco crimine, nella speranza che le forze dell’ordine possano nell’immediatezza fare chiarezza ed arrestare i responsabili affinchè si possa rendere in tempi brevissimi giustizia.

"Caro Davide, come ti ho anticipato al telefono, questa notte siamo stati vittima di un reato gravissimo.

Al termine della seconda ed ultima giornata della nostra manifestazione, per l’inaugurazione di Spazio Primitivo, (nuovo showroom ricavato nella vecchia cantina di mio padre) ci siamo ritirati soddisfatti e contenti per il successo di affluenza e di critiche per la nostra 'Fiera Ottima' (del Primitivo e dei suoi abbinamenti).



A poche centinaia di metri da noi si tiene da 277 anni la nota 'Fiera Pessima' organizzata dal Comune di Manduria che registra migliaia di visitatori al giorno.



Questa coincidenza rende il fatto criminoso intollerabile per l’intera Comunità, per la Città e finanche per la Regione, attesa la rilevanza internazionale della nostra azienda e della manifestazione in corso (confronto con Crnjelak e Zinfandel di colleghi croati e californiani).

Poche ore dopo venivo svegliato dalla squadra dei miei operai che erano in uscita per il consueto lavoro nelle vigne e che mi avvisava del furto e degli evidenti segni di effrazione.

La dinamica è a dir poco sconcertante: si tratta di un lavoro di squadra ben pianificato e realizzato da una varietà di competenze malefiche. Dall’esperto che ha scassinato le serrature dei grandi portoni del fabbricato industriale al competente di motori di mezzi pesanti e di attrezzi agricoli.

Due trattori, due carrelli di traino, aratri e motozappe (assieme all’esiguo incasso delle serate di degustazione) sono stati rubati. Con l’escavatore di proprietà della ditta che conduceva i lavori edili di ristrutturazione del capannone i malviventi hanno poi sfondato il muro di recinzione per una ventina di metri e dalle strade di campagna sono fuggiti con la refurtiva.

Non si sono fatti mancare di portare via un tronchetto di porchetta di Ariccia, dei vini, un pacco di 5 kg di taralli e ,usando una macchina aziendale di campagna, un bel po’ di taniche di gasolio agricolo.



Così la nostra 'Fiera Ottima' si è tramutata nella disgrazia perfetta!

Confidiamo nel lavoro delle forze dell’Ordine per un recupero dei mezzi che in questo periodo dell’anno sono indispensabili per la conduzione dei nostri vigneti".
Ultima modifica ilMartedì, 14 Marzo 2017 09:24

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.