Log in

Guida Vitae Ais Puglia: Conferme e Novità da considerare

Ais Puglia ha saputo dare, nella presentazione della propria Guida, ulteriore valore e lustro alle cantine pugliesi che sono state considerate eccellenti dai sommelier della Regione.

Dopo un primo anno di rodaggio ha corretto e indirizzato la selezione dei vini rispettando il proprio obiettivo e tenendo in considerazione anche le cantine emergenti della Puglia che con tanti sacrifici contribuiscono alla valorizzazione del territorio.

Sedici sono state le aziende che hanno ottenuto il massimo riconoscimento delle 4 viti e un taste vin assegnato alla cantina D’Araprì, che produce solo vino spumante, con il Riserva Nobile 2011, a dispetto di chi dice che in Puglia non si può produrre metodo classico di qualità. Le conferme sono arrivate dalle aziende storiche che hanno dato lustro alla Puglia vitivinicola: Leone de Castris, Torrevento, Rivera, Rubino, Vallone, Due Palme, Taurino, San Marzano, Polvanera, Chiaromonte e negli ultimi anni il pluripremiato Gianfranco Fino, che ha saputo dare ulteriore valore al Primitivo di Manduria, facendogli fare il salto di qualità.

L’unico vino bianco che ha convinto tutti i presenti, nella consapevolezza che anche in Puglia si possono produrre grandi vini bianchi, è stato il moscato secco Maccone 2014 dell’azienda Angiuli. Le belle novità ci arrivano dalle giovanissime aziende Imperatore, Erminio Campa e Antico Palmento.

Potrebbero sembrare poche sedici aziende eccellenti per la Puglia, ma L’Ais Puglia ha voluto fare una selezione accuratissima che le fa onore, evitando i soliti campanilismi.

La serata si è svolta al Palace hotel di Bari, oltre 180 le presenze tra produttori, sommelier, giornalisti e appassionati, che hanno degustato le eccellenze pugliesi assistiti dai relatori Ais Puglia, capeggiati dal Dott. Giuseppe Baldassarre.

Questi i vini premiati:

1. D’ARAPRI’ RISERVA NOBILE 2011 - D’ARAPRI’

2. MOSCATO SECCO MACCONE IGP 2014 - ANGIULI                                           

3. FIVE ROSES 71 ° ANNIVERSARIO IGT 2014 – LEONE DE CASTRIS     

4. CASTEL DEL MONTE ROSATO PRIMARONDA DOC 2014 - TORREVENTO

5. CASTEL DEL MONTE NERO DI TROIA PUER APULIAE DOC 2010 - RIVERA    

6. GRATICCIAIA IGP 2011 – AGRICOLE VALLONE

7. PATRIGLIONE IGP 2010 – COSIMO TAURINO

8. GIOIA DEL COLLE MURO SANT’ANGELO CONTRADA BARBATTO DOP 2012  - TENUTE CHIAROMONTE

9. GIOIA DEL COLLE PRIMITIVO 17 DOC 2012 - POLVANERA     

10. GIOIA DEL COLLE PRIMITIVO IL SOGNO DOP 2011 - IMPERATORE                           
                                                         
11. VISELLIO IGT 2013 - TENUTE RUBINO  
      
12. PRIMITIVO DI MANDURIA ANNIVERSARIO 62 RISERVA DOP 2011 – CANTINE SAN MARZANO           
        

13. PRIMITIVO DI MANDURIA ES DOC 2013 – GIANFRANCO FINO        

14. PRIMITIVO DI MANDURIA LI JANNI DOP 2012 - ERMINIO CAMPA     

15. SELVAORO PASSITO IGP 2012 - DUE PALME             

16. LA DOLCE VITE DOCG 2011 - ANTICO PALMENTO

Gli attestati sono stati consegnati dal Senatore Dario Stefàno, già Assessore alle politiche agricole Pugliesi, che, durante la sua egregia conduzione, ha saputo portare il comparto vitivinicolo pugliese alle più alte sfere e dal Presidente AIS Puglia Vito Sante Cecere.
“Siamo stati talmente bravi da non temere la concorrenza di altre regioni produttive. Noi abbiamo dimostrato di essere affidabili, tanto è vero che anche Zonin ha investito nella Puglia. Questa non l’abbiamo vissuta come una contaminazione, anzi ne siamo orgogliosi. Noi, come istituzione, abbiamo il dovere di accompagnarvi.” Queste sono state le parole che ha pronunciato il Senatore Stefàno.

Parole che avremmo volute sentire dal “neo” assessore alle politiche agricole Puglia Leonardo Di Gioia, che ancora una volta latita e non onora della sua presenza chi tanto fa per rendere questo comparto sempre più attivo.
Ultima modifica ilVenerdì, 04 Dicembre 2015 15:32

1 commento

  • Fernando Antonio Bello
    Fernando Antonio Bello Venerdì, 04 Dicembre 2015 16:45 Link al commento Rapporto

    Grande Davide Gangi sempre preciso, professionale e attento....................Alla prossima,
    Antonio Bello e Rosanna Taurino ( Cantine Cosimo Taurino)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.