Log in

Il Tribunale sospende le Elezioni AIS Campania

Vinoway è nata per rispondere all’idea e all’esigenza di nuove forme di comunicazione e soprattutto sulla base di un percorso che ancora oggi è il nostro tassello fondamentale: un percorso che punta a discutere, aprirsi a nuove idee, offrendo un luogo pubblico di confronto e dibattito  a prescindere dall’iter individuale di formazione nel campo del vino.
Proprio perché Vinoway non è strumento nelle mani di nessuno se non di chi ha voluto fortemente la sua nascita e, al contrario, dà e vuole dare voce a tutti, riceviamo e volentieri pubblichiamo l’appello di Pasquale Brillante,  socio Ais Campania:

“Le elezioni AIS del 23 Giugno in Campania si sono svolte illegittimamente per effetto di uno statuto non applicabile che di fatto a tutt'oggi è annullato dal giudice di S.Maria Capua Vetere con procedimento d'urgenza notificato alle parti (AIS Campania e AIS Nazionale) dai messi giudiziari il giorno 20 Giugno u.s,ritenendo legittima l'istanza presentata.

"L'AIS CAMPANIA nella persona del Presidente uscente Nicoletta Gargiulo e di tutto il consiglio direttivo in carica da Lei nominato , non hanno sospeso le elezioni come atto dovuto , ma hanno avviato le stesse il giorno 23 Giugno senza dare nessuna preventiva comunicazione ai soci AIS Campania di tale situazione.

Questo è solo uno dei tanti atti omissivi e lesivi dei diritti dei soci Campani pur in regola con le norme statutarie vigenti. La presidenza Nazionale e la giunta, pur essendo informata dei fatti, allo stesso modo non ha vigilato e non ha diffuso con i canali ufficiali l'informazione ai soci.

Le modifiche statutarie sono state concepite evidentemente con l'obbiettivo di accentrare i poteri in pochissimi soggetti per gestire l'ingente patrimonio sia a livello locale che nazionale, eliminando del tutto organi di controllo e garanzia.

L'esclusione della maggioranza dei soci dalle decisioni, in maniera giudicata anche dal tribunale "irregolare", dalla vita associativa e dalle informazioni,come testimonia l'episodio in questione,ha portato ad un costante allontanamene dei soci evidenziato anche dalla bassissima affluenza alle ultime elezioni dove il 10% soltanto è andato alle urne ,dato storicamente tra i più bassi negli ultimi rinnovi.

Comunque si concluderà questa vicenda, resta la delusione di come L'Associazione, da luogo di crescita  professionale e di diffusione della cultura del vino, sia diventata oggi  un luogo  dove il  confronto e le idee valgono soltanto se non sono in dissenso con gli interessi dei pochi soggetti che la controllano.

Divulgo a beneficio dei soci AIS Campania ed AIS Nazionale, in mancanza di una informativa da parte dei canali ufficiali
"

Pasquale Brillante socio AIS tessera n.59161.15/03

Allegati: Sentenza del Tribunale di DI SANTA MARIA CAPUA VETERE.
Ultima modifica ilVenerdì, 08 Agosto 2014 07:39

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.