Log in

Benvenuto Brunello 2015, dalla grande annata 2010 vini di gran longevità

L’evento Benvenuto Brunello 2015, l’anteprima alla stampa del millesimo 2010, si è svolto nel chiostro del museo di Montalcino nei giorni 20-23 Febbraio, oltre 200 giornalisti italiani ed internazionali hanno avuto l’opportunità di degustare i Brunello Annata, Selezione ed anche la Riserva 2009.


I vini della vendemmia 2010, definita a cinque stelle, non hanno tradito le aspettative, nei bicchieri c’è una grandissima vendemmia che riuscirà ad esprimersi compiutamente in termini di finezza ed eleganza con il passare del tempo, sarà più lenta nell’evoluzione dato che i vini tracciano il palato sia in presenza tannica sia in acidità. Le grandi annate non sono mai caratterizzate da un Brunello tipo, alla degustazione tantissimi si sono espressi già di buon equilibrio, altri seppur estremamente sottili e freschi sono comunque di grande interessante.

Montalcino, come i migliori terroir al mondo, esprime vini dalle caratteristiche diverse secondo la sottozona, esiste, infatti, una differenza temporale di vendemmia di oltre 25 giorni tra versanti ed altitudini diverse e questo si evidenzia agli assaggi.

L’andamento regolare dell’annata 2010, che è stata fresca nei mesi estivi con adeguate piogge che hanno aiutato le esposizioni più calde del comprensorio, ha dato buona produttività richiedendo un’attenzione da parte dei produttori per contenere i carichi per pianta, ottima è stata la lenta maturazione senza stress idrici che ha assicurato un’ottima qualità del tannino e notevole acidità in altitudine.

Tanti i vini, quelli che più mi hanno entusiasmato sono stati quelli prodotti nelle sottozone a media altitudine, hanno mostrato già sorso davvero godibile, seppur spostati leggermente sulle note dure, campioni di grande stoffa che avranno grandissime potenzialità d’invecchiamento .

Ecco i dieci Brunello 2010 più interessanti all’assaggio

Biondi Santi: intrigante naso di viola, lamponi, pepe, note mentolate e di tabacco, sorso vibrante, lungo che ammalia. Da conservare in cantina e goderne tra tanti anni.

Casanova di Neri Tenuta Nuova: naso di frutto inebriante, balsamo e spezie, bocca ampia dal tannino nobile, d’infinita lunghezza.

Il Marroneto Madonna delle Grazie: tra i tanti assaggiati, il suo olfatto non si dimentica, violetta, frutti di bosco e menta, il palato è incredibilmente variegato tra freschezza, tannino suadente e gran ritorni retrolfativi.

Le Ragnaie Vecchie Vigne: che bel Brunello, ha naso di gran finezza, rosa e note balsamiche, bocca austera e profonda, un campione di razza.

Mastrojanni Vigna Loreto: naso di alloro, ciliegia nera, erbe officinali, in bocca tanta finezza , sottile minuziosa nei ritorni finali che richiamano l’olfatto.

Poggio di Sotto: pieno e ricco all’olfatto, ha bocca d’uguale composizione, ha avuto annate ancora migliori, ma è sicuramente godibilissimo.

Salvioni: gran bel vino, ha naso elegante di viola e rosa, frutta scura, spezie, bocca fine, fresca e lunga.

Sesti: naso di viola, fruttato dolce di lamponi, ha bocca seducente, piena, dal gustoso epilogo sfaccettato.

Stella di Campalto: viola, rosa, more, corteccia, fungo, pepe nero, bocca distesa ed elegante dal lungo finale. Fantastico.

Tenuto Silvio Nardi Vigna Manachiara: naso composito, tra floreale, fruttato e mineralità, l’assaggio è fresco, sapido, il tannino è di gran finezza.

Alcuni dati significativi che riguardano la prouzione di Montalcino: il Brunello mantiene un export elevato con il 67,5% dell’intera produzione, una fetta importante pari al 30% verso gli Stati Uniti, seguono UK, Germania e Svizzera 20%, poi Cina, Giappone, Hong Kong 15%, Canada 12% e il centro e sud America 8%, il restante 15% penetra in svariati mercati.

Sale la produzione globale di Montalcino del 3,60% con 13.193.000 bottiglie prodotte nel 2014 suddivise in: 8.400.000 di Brunello (+4%), 4.500.000 di Rosso (+5%), 260.000 di Sant’Antimo e 33.000 di Moscadello.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.