Log in

E Roma si tinse di rosa...

Dalla Dolce Vita alla Grande Bellezza di un colore affascinante: Roma ha voluto incoronare i vini rosati tra le nuove tendenze del bere tutto italiano e festeggiare così l’inizio di luglio con un fenomeno produttivo in continua ascesa.

Due gli eventi caratterizzati dal desiderio di apprezzare e conoscere profumi e sapori fruttati che sanno di aperitivi e sere d’estate, ma anche nuovi abbinamenti, immediatezza, qualità e note sensoriali sempre più articolate e accattivanti. Che siano fermi o mossi, da aperitivo o da tutto pasto, i vini rosati vengono apprezzati dai consumatori più giovani che ne hanno decretato il successo, nelle tante etichette proposte, nelle cornici più prestigiose della capitale.

Rosato di “classe” e di prestigio nelle sale dell’hotel Rome Cavalieri dove La Fondazione Italiana Sommelier ha brindato in rosa in occasione della 32° Giornata del Sommelier, presentando i migliori rosati d’Italia  e un Seminario, “Le vin en rose”,  dove si sono discusse  le nuove proposte e le nuove tendenze in materia di abbinamento cibo e vino.

Un evento tutto dedicato a vini rosati fermi e in “bollicine” e che si è concluso con una serata di gala appositamente organizzata nella splendida terrazza del ristorante La Pergola, con la consegna dei diplomi Bibenda Executive Wine Master e Worldwine Sommelier Association.

Alla sua terza edizione, invece, BereRosa 2014, iniziativa promossa dalla rivista Cucina & Vini  tenuta in una delle ville più affascinanti di Roma, il Palazzo Brancaccio.

Dal Garda al Salento passando per l’Abruzzo alla Sicilia: un itinerario tutto rosa con  etichette e banchi d’assaggio tra arazzi e decori, piante secolari e angoli nascosti di questo gioiello nobiliare.  Rosa anche l’impegno sociale nella prevenzione del tumore al seno e di un corretto stile di vita, con la presenza di due importanti Onlus, allo scopo di informare e sensibilizzare soprattutto i giovani e le donne.

Roma ha scelto uno stile e una tendenza per iniziare la sua estate, il Rosato: Negroamaro o Lagrein, Frappato o Cabernet, Montepulciano o Nerello Mascalese che sia, con le sue innumerevoli sfumature ed emozioni seducenti e accattivanti, con classe ed eleganza. L’estate enoica a Roma non poteva che iniziare  in rosa…!


Ultima modifica ilSabato, 05 Luglio 2014 08:21

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.