Log in

L'entusiasmo del Buon Gusto con la prima tappa del format Take! Puglia

il format Take! il format Take!

Un bel successo per la prima tappa del Take! Puglia 2013. Svoltasi presso l'Osteria del Borgo Antico di Gioia del Colle (Bari-Puglia) il 12 dicembre 2013.


Lo si è carpito dalla soddisfazione dei commensali, appagati anche per aver potuto approfondire la conoscenza di quattro realtà produttrici pugliesi. Sabrina Soloperto di Cantine Soloperto, Stefano Garofano di Severino Garofano Vigneti e Cantine, Francesca Bruni di Vetrere e Filippo Cassano di Cantina Polvanera sono già testimonial del marchio dell'enologia pugliese in tutto il mondo, ed hanno arricchito la cena-contest con cenni di storia e di particolarità sia sul loro vino sia su quella filosofia che ogni giorno li "costringe" - con il sorriso - ad impegnarsi per regalare l'eccellenza a tutti noi appassionati.


Take! (www.takepuglia.it) è un contest che è nato con l'idea di voler favorire il convivio e la cultura del buon bere e buon mangiare, ed è importante soprattutto per la sua filosofia, che obbliga a stimolare e chiamare in causa i sensi nel valutare l’abbinamento cibo-vino. Così prima del servizio Davide Gangi, l'ideatore, e Kim Phillips, gourmet internazionale, hanno ricordato ai commensali di estrarre e percepire, attraverso i propri sensi, la passione e l’impegno che si potevano leggere sia nella pregevole composizione del piatto presentato dallo chef Ottavio Surico sia nelle sensazioni dei vini in degustazione.


Ciò che ci ha colpito di più è il calore, l'entusiasmo e l'eterogeneità dei commensali, un mix di curiosi, appassionati, sommelier esperti e produttori che sono stati incuriositi da questo format voluto fortemente perché più vicino alle persone che frequentano i ristoranti, che hanno un approccio diverso con l'abbinamento vino/cibo.


Si partiva da un piatto e da una classifica di vini in abbinamento.

“Capretto in porchetta di olive e lardo con sgagliozza alla barese e purea di cicerchie al cipollotto” presentato dallo chef Ottavio Surico ed in degustazione i tre vini valutati dai giudici dell'evento tenutosi a Terlizzi dal 25 al 27 maggio 2013 come i migliori tre abbinamenti - 1° il CENTOFUOCHI PRIMITIVO MANDURIA DOP 2011 di SOLOPERTO, 2° il LE BRACI IGT SALENTO 2006 di SEVERINO GAROFANO VIGNETI E CANTINE e 3° il BARONE PAZZO PRIMITIVO IGT SALENTO di VETRERE - più un quarto scelto dallo chef tra le aziende partecipanti e non premiate, che dovesse essere espressione del territorio - il 16 - PRIMITIVO DOC DI GIOIA DEL COLLE di POLVANERA.


Durante la cena-contest i commensali si sono calati nel ruolo di giudice e con il loro voto hanno ribaltato la classifica iniziale - LE BRACI ha superato CENTOFUOCHI - preferendo la complessità e la persistenza del Negroamaro ai pur eleganti Primitivo di Manduria e Primitivo di Gioia del Colle, come miglior connubio ad un piatto che ha saputo sintetizzare e legare al meglio i prodotti della murgia barese. I punteggi sono stati comunque molto positivi con margini di pochissimi centesimi a conferma della versatilità degli abbinamenti e dei gusti personali.


L'appuntamento con il Buon Gusto dell'abbinamento proposto da Take! è destinato a non rimanere solo in Puglia, con la possibilità di presentare in ogni regione italiana le Eccellenze del territorio, intanto il Team Vinoway svelerà a breve la seconda tappa Take! Puglia 2013...


I dettagli della Prima Tappa e qualche fotografia


Lo chef e l'Osteria del Borgo Antico

L'Osteria del Borgo Antico è gestita dallo chef Ottavio Surico con il supporto della moglie Miriam Milano, sommelier e responsabile della carta vini e della sala. Poco più di trent'anni per entrambi e un obiettivo: trasmettere delle emozioni attraverso il cibo. Diremo che ci riescono benissimo, anche perchè Ottavio e Miriam hanno scelto di investire su Gioia del Colle, loro città di origine, dopo aver maturato esperienze sia in Italia che all'estero, riuscendo a presentare con i loro piatti una cucina che amano definire "tradizionale e giovane allo stesso tempo" e che quindi lascia molto spazio ai tipici sapori della murgia barese nonchè a curiose rivisitazioni. Amano la loro terra e ci tengono a far conoscere ai loro clienti l'origine e la genuinità dei sapori e degli ingredienti che propongono. Dalla pasta fatta a mano alle verdure stagionali, dalle carni di podolica ai formaggi locali per arrivare ai dolci. Tutto rigorosamente preparato dallo chef e dal suo staff composto da ragazzi giovanissimi.

Il Piatto proposto

Capretto in porchetta di olive e lardo con sgagliozza alla barese e purea di cicerchie al cipollotto.
Da assaggiare piuttosto che descrivere. Ve lo mostriamo in foto per stimolare le vostre papille gustative. 

I Vini

CENTOFUOCHI PRIMITIVO MANDURIA DOP 2011

Il cru proveniente dal vigneto centenario in località Bagnolo gratifica  al naso con ricordi di pietra focaia, confettura di amarene e note balsamiche. In bocca è sontuoso regalando un eccezionale equilibrio gusto-olfattivo.

LE BRACI IGT SALENTO 2006

Colore intenso con riflessi purpurei, tendenti al granato, si presenta come un millesimo di grande prestigio che potrà  regalarci ancora grandi emozioni in avvenire, i tannini sono nobili, “vellutati” e composti. Austero ed aristocratico al palato.

BARONE PAZZO PRIMITIVO IGT SALENTO

Primitivo dal colore rosso rubino con riflessi porpora. I profumi ricordano i frutti di bosco e le spezie.
Vino dal palato fresco con un finale morbido e caldo dai tannini importanti e rotondi.
Nasce da vigne ad alberello vecchie di sessant’anni e matura in barrique di rovere francese per undici mesi e in bottiglia per tre mesi.

16 - PRIMITIVO DOC DI GIOIA DEL COLLE di POLVANERA.

Indossa un mantello rosso rubino e luminoso. Al naso le emozioni si alternano tra gelso nero,tabacco, liquirizia, mirto e spezie. In bocca è pieno, strutturato, regala morbidezza, avvolge  il palato di sensazioni intense e gradevoli con un finale quasi interminabile.

Ultima modifica ilSabato, 14 Dicembre 2013 15:47

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.