Log in

Il Molise tra vino, olio e zafferano

Lo Chef Massimo Talìa. Lo Chef Massimo Talìa.
Questo fine settimana si è tenuto nel magnifico centro storico di Termoli, un evento di alta qualità enogastronomica. 


Presso Il ristorante Svevia olio, vino e zafferano hanno scandito il ritmo di una serata da ricordare. Nella location, dalle linee minimaliste, il sapiente chef  Massimo Talìa ha sbalordito i partecipanti con un cooking show che ha visto protagonisti  questi prodotti: l’olio nuovo, le cui qualità sono state decantate dal “gruppo Panel Molisano”  in primis dal Sommelier Italo-Brasiliano Vitor Ugo Fratini. La cantina Cieri 1938, con la presenza dei produttori Camillo Cieri e Samantha Di Cesare, ha messo in mostra due etichette interessanti: un’ottima falanghina e un’assoluta novità: rosato di Tintilia, dai profumi fini ed eleganti. Poi il produttore di zafferano Gaetano Tromba ha illustrato il suo personale progetto di coltivazione di questa affascinante spezia, rimarcando il duro lavoro per la produzione  anche di piccole quantità . Il “Risotto allo zafferano e gamberi rossi di Gallipoli “  preparato “on  stage” dal bravissimo chef che, con un piatto ben bilanciato, ha creato una gustosa sinergia tra olio, zafferano e falanghina. Il secondo piatto “Guazzetto di pesce nello zafferano” è stato una piacevole sorpresa, connubio di sapori tra la tradizione marinara termolese e la pregiata spezia, abbinato con l’ottimo rosato di Tintilia, vino autoctono molisano. E il sorprendente finale dolce: “cheese cake allo zafferano” che ha salutato i fortunati  partecipanti tra cui associati e amici dell’Associazione Sommelier  Molise.
Ultima modifica ilDomenica, 01 Dicembre 2013 19:16

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.