Log in

Trademark: orgoglio Primitivo di Manduria

Trademark: orgoglio Primitivo di Manduria FOTO DI GIOVANNI BARNABA
La splendida cornice della sala la 'Basilica' del Relais Histò sul mar Piccolo ha ospitato l'evento organizzato dall'Associazione Italiana Sommelier, delegazione di Taranto ribattezzata 'Orgoglio Primitivo di Manduria.

Sono stati oltre 160 i partecipanti. Ha fatto gli onori di casa il Delegato di Taranto, Giuseppe Cupertino. La serata è stata condotta, con  professionalità  dalla giornalista Antonella Millarte.
Sono intervenuti: il Presidente Nazionale Ais Antonello Maietta, il Presidente Regionale Vito Sante Cecere, il Responsabile alla comunicazione dell' Ais Puglia Davide Gangi e l'Assessore Regionale alle Risorse Agroalimentari Dario Stefano.
Fiore all'occhiello della manifestazione è stata la presenza del miglior sommelier del mondo: Luca Gardini, il quale ha guidato la platea in una degustazione alla cieca.
Un sentito grazie alle otto cantine e non solo che hanno preso parte a questa prima edizione della kermesse enoica: cantine MilleUna, Attanasio,Morella,Vigne e Vini, Gianfranco e Simona Fino, Feudi di san Marzano, Consorzio Produttori vini di Manduria,Vinicola Savese, il salumificio di Giuseppe Santoro e il cioccolatificio f.lli Bernardi.

Con soddisfazione annunciamo che 'Orgoglio primitivo di Manduria', da oggi è un marchio che identifica non solo il territorio di produzione del vitigno da cui prende il nome, ma soprattutto passione, amore, un legame con le proprie radici che deve essere onorato con un attività di promozione e diffusione oltre i confini regionali.

Vitigno autoctono per eccellenza della provincia jonica, il primitivo regala emozioni e soddisfazioni agli enoappassionati, ai  produttori che con impegno e tenacia, credono nel loro lavoro e  nei traguardi raggiunti.
Il sistema Puglia è una realtà in ascesa: la seconda regione italiana come superficie vitata. Si conferma il trend in crescita nelle produzioni vitivinicole di qualità.
Il Tacco conquista per la bellezza dei paesaggi e le eccellenze enogastronomiche. Questo non basta!
E' necessario promuovere: l'aggregazione dei produttori agricoli, l'integrazione delle filiere,la sostenibilità ambientale e la qualità delle produzioni.
In questo ambito occorre riscoprire e rilanciare il ruolo da protagonisti dei Consorzi di Tutela, organismi associativi volontari, costituiti da viticoltori, imbottigliatori e trasformatori.
Una serata ricca di emozioni che solo l'Orgoglio Puglia ti può regalare.

FOTO DI GIOVANNI BARNABA


Ultima modifica ilVenerdì, 21 Dicembre 2012 07:33

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.