Log in

Radici grande successo: Vince e Convince

Si è appena concluso il Radici Wines 2012 che ha saputo meravigliosamente confermare tutte le più rosee attese della vigilia, con positivi consensi giunti da tutti i partecipanti a questa Manifestazione dedicata alle Eccellenze Enoiche Autoctone del Sud d'Italia.

Il Pubblico ha ulteriormente confermato questo successo, con centinaia di persone presenti quando all'ultimo giorno dell'Evento le porte sono state aperte agli Appassionati.
Il Radici Wines ha ormai raggiunto un suo importante punto di “maturità” ed è diventata una Manifestazione di primario valore sul palcoscenico enologico italiano, questo grazie soprattutto alla dinamicità di idee del suo creatore Nicola Campanile, che ha saputo apportare sempre nuovi costruttivi cambiamenti all'apparato organizzativo. Si è avvertita in tutti i tre giorni di degustazione un’ aria conviviale ed amichevole con tutti i componenti delle commissioni, con piacevoli e costruttivi confronti, non trascurando anche momenti di goliardia e divertimento. Si è respirato e si è avvertita “aria pulita”. E se qualcuno ha tentato di metterci lo “zampino” affinché  la manifestazione non avesse i suoi profitti, vi assicuro che l’intento è fallito! Basta con il  “terrorismo” e le prese di posizione, il mondo del Vino ha bisogno di altro, affinché possa ritrovare salubrità e correttezza intellettuale, senza infingimenti!!
Quest'anno una componente fondamentale della Comunicazione è stata dedicata al Web, consci che sempre più questo mezzo ricopre un ruolo cruciale per il Mondo del Vino, velocizzando e rendendo efficace lo scambio di informazioni, aprendo notevolmente il ventaglio di Appassionati a cui la Comunicazione può giungere.
Prezioso il contributo offerto dell'enologo Lino Carparelli, che grazie alla sua lunghissima esperienza ha saputo fornire importanti indicazioni per quanto riguarda le peculiarità dei Vitigni Autoctoni, aspetto fondamentale per Comunicare agli stranieri le caratteristiche del Territorio con le sue Uve.
Un intrigante goloso spazio è stato offerto anche alla Gastronomia grazie al buffet preparato da cinque famosi Chef di Puglia, i quali hanno saputo interpretare con personalità i piatti tipici delle regioni che hanno partecipato coi loro Vini.
Attenzione per i dettagli, nuova filosofia nella composizione delle giurie, grande impulso nei confronti della pluralità di giudizio, tutto questo ha contribuito al successo di Radici Wines 2012, che si è concluso con il vistoso entusiasmo di buyer, ristoratori, giornalisti ed Appassionati.
Certi successi non nascono per caso, ma sono il frutto di un lungo e meticoloso lavoro organizzativo che non dorme sugli allori, ma fonda la sua crescita sulla costante introduzione di nuove idee che siano in grado di offrire sempre il meglio in funzione di quello che i partecipanti si aspettano.
Proprio con questo principio i “tre moschettieri” Nicola Campanile, Luciano Pignataro e Franco Ziliani  stanno già lavorando per la prossima edizione, sicuri che la strada intrapresa sia quella giusta, ma altrettanto convinti che occorre continuamente “crescere” sotto tutti i punti di vista, salvaguardando la vincente Filosofia di base e costruendo su di essa una concreta innovazione per il futuro Radici Wines.
La sorpresa di questa Edizione sono stati i Vini Calabresi.
Eccovi l’elenco dei Vincitori nelle due Giurie Nazionali ed Internazionali:



FALANGHINA

Gruppo Nazionale

Primo: Cantine Astroni – Colle imperatrice Falanghina Campi Flegrei  2011

Secondo: Azienda Agricola Torre del Pagus – Falanghina Taburno 2010

Contrada Salandra – Falanghina Campi Flegrei 2010

Gruppo Internazionale

Primo: Cantine Astroni – Colle imperatrice Falanghina Campi Flegrei  2011

Secondo: Cantina del Vesuvio – Mariè Falanghina Pompeiano 2011

Terra dei Vuttari – Nummus Falanghina Beneventano 2011



GRUPPO MISTO VINI BIANCHI PUGLIA E BASILICATA


Gruppo Nazionale

Primo:  Cardone Vini Classici – Il Castillo 2011 (Locorotondo DOP)

Secondo:  Cantina di Venosa – Dry Muscat 2011 (IGP Bianco Basilicata)

Gruppo Internazionale

Primo:  Cardone Vini Classici – Il Castillo 2011 (Locorotondo DOP)

Secondo: Vigne di Rasciatano – Malvasia Bianca 2011

 

VINI BIANCHI DA VITIGNI AUTOCTONI

Gruppo Nazionale

Primo:  Azienda Agricola Michele Biancardi – L’Insolito 2011 (IGT Puglia)

Secondo: D’Alfonso del Sordo – Catapanus 2011 (IGT Puglia)

Podere 29 – Gelso Bianco 2011 (IGT Puglia)

Internazionali

Primo: Villa Schinosa – Fiano 2011 (IGT Puglia)

Secondo: Candido – Tenura Marini 2011 (IGT Salento)



CATARATTO

Nazionali

Primo:  Centopassi – Terre rosse di Giabbascio 2011 (IGT Sicilia)

Secondo: Buceci Vini – Cataratto 2011  (IGT Sicilia)

Calatrasi – Terra di Ginestra 2011 (IGP Sicilia)

Internazionali

Primo: Caruso&Minini – Insula 2011 (IGP Sicilia)

Secondo: Buceci Vini – Cataratto 2011  (IGT Sicilia)

 

FIANO

Nazionali

Primo:  Terre D’Aione – Fiano di Avellino 2011

Secondo: Tenuta Cavalier Pepe – Refiano 2011

Internazionali

Primo: Feudi di San Gregorio – Fiano 2011

Secondo: Tenuta Sarno 1860 – Fiano di Avellino 2010

 

VINI ROSATI DA VITIGNI AUTOCTONI

Nazionali

Primo:  Calò Michele e Figli – Mjere 2011

Secondo: Azienda Monaci – Giroflè  2011

Internazionali

Primo: Palamà vini del Salento – Metiusco 2011

Secondo: Rivera – Pungirosa 2011

 

GRUPPO MISTO VINI ROSSI

Nazionali

Primo:  Azienda Vinicola Albano Carrisi – Platone 2008

Secondo: Cantine Paradiso – Terraferma 2010

Internazionali

Primo:  Azienda Vinicola Albano Carrisi – Platone 2008

Secondo: Azienda Agricola Duca Carlo Guarini – Malia 2009



NERO DI TROIA

Nazionali

Primo: Azienda Agricola Santa Lucia – Riserva Le More 2008

Secondo: Antica Enotria – Nero di Troia 2009

Internazionali

Primo: Cantine Botrognamo – Nero di Troia 2008

Secondo: Colle Petrito – Iaccio della Portata 2009



NEGROAMARO

Nazionali

Primo: Azienda Monaci – Le Braci 2004

Secondo: Conti Zecca – Negroamaro 2009

Internazionali

Primo: Azienda Monaci – Le Braci 2004

Secondo: Casa Vinicola Apollonio – Divoto 2004



MAGLIOCCO

Nazionali

Primo:  Librandi Antonio e Nicodemo – Magno Megonio 2009

Cantine Spadafora – 1915 2007

Secondo: Ferrocinto – Magliocco 2011

Società Agricola L’Acino – Tocco Magliocco 2008

Internazionali

Primo: Ferrocinto – Magliocco 2011

Secondo: Librandi Antonio e Nicodemo – Magno Megonio 2009

 

NERO d’AVOLA

Nazionali

Primo:  Colletti Luca – Don Luca 2010

Secondo: Buceci Vini – Nero d’Avola 2010

Internazionale

Primo: Planeta – Santa Cecilia 2008

Secondo:  Colletti Luca – Don Luca 2010

Buceci Vini – Nero d’Avola 2010



AGLIANICO

Nazionali

Primo: Colle di San Domenico – Aglucus 2006

Secondo: Villa Raiano – Aglianico 2010

Galardi - Terre di Lavoro 2010

Internazionale

Primo: Colle di San Domenico – Aglucus 2006

Secondo: Azienda Agricola Case Bianche – Cupersito 2010





AGLIANICO DEL VULTURE

Nazionale

Primo: Cantine del Notaio – Il Sigillo 2008

Secondo: Agricola Basilisco – Aglianico del Vulture 2007

Musto Carmelitano – Serra del Prete 2009

Internazionali

Primo: Casa Maschito – La Bottaia 2006

Secondo: Cantine del Notaio – Il Sigillo 2008



PRIMITIVO

Nazionale

Primo:  Castel di Salve – Cento su Cento 2010

Secondo: Cardone Vini Classici – Primaio 2011

Vetrere – Barone Pazzo 2010

Internazionali

Primo: Azienda Agricola Morella – Primitivo Old Vines 2008

Secondo: Agricole Pietraventosa – Primitivo Riserva 2008



GAGLIOPPO

Nazionali

Primo: Librandi Antonio e Nicodemo – Duca San Felice 2009

Secondo: Cantine Vincenzo Ippolito – 160 anni 2008

Internazionali

Primo: Caparra&Siciliani – Volvito 2009

Secondo: Cantine Vincenzo Ippolito – 160 anni 2008

Azienda Vitivinicola Du Cropio – Serra Sanguigna 2008



TAURASI

Nazionali

Primo:  Guastaferro – Primum Riserva 2006

Secondo: Villa Raiano – Taurasi 2008

Internazionali

Primo: Montesole – Taurasi 2007

Calafè – Taurasi 2006

Secondo:  Guastaferro – Primum Riserva 2006

Villa Raiano – Taurasi 2008



 

NERELLO

Nazionali

Primo: Cottanera – Barbazzale 2011

Patria – Etna Rosso 2010

Secondo: Cottanera – Etna Rosso 2008

Internazionali

Primo: Patria – Etna Rosso 2010

Secondo: Cottanera – Barbazzale 2011



 

MIGLIOR VINO BIO

Nazionali

Primo: Cantine Astroni – Colle imperatrice Falanghina Campi Flegrei  2011

Secondo: Azienda Agricola Morella – Primitivo Old Vines 2008

Internazionali

Primo: Masseria l’Astore – Krita 2011

Secondo: Azienda Agricola Case Bianche – Cupersito 2010

Antica Masseria Venditti – Marraioli 2008

Ultima modifica ilMartedì, 12 Giugno 2012 12:31

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.